Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2018

a cura di Simona Ciasca e Paolo Onofri

Nazzareno Riccobelli

Dott. Nazzareno Riccobelli.

Dopo le elezioni amministrative del Giugno 1951 che hanno visto la vittoria della Democrazia Cristiana con i suoi alleati e la sconfitta del Fronte Popolare, formato da Comunisti e socialisti, è stato eletto Sindaco di Potenza Picena per la Democrazia Cristiana il dott. Nazzareno Riccobelli.
Il suo è stato un brevissimo mandato, dal Giugno 1951 fino al mese di Maggio 1952, quando si è dimesso da Sindaco ma non da consigliere comunale. Al suo posto è stato eletto sindaco il maestro Lionello Bianchini, che poi ha concluso il mandato regolarmente fino al 1956 ed è stato poi rieletto Sindaco dal 1956 fino ai 1960.
Nel 1951 insieme al dott. Nazzareno Riccobelli sono stati eletti consiglieri comunali per la maggioranza il prof. Marcello Simonacci, che poi diventerà nel 1958 Deputato della Democrazia Cristiana, Grandinetti Ado, Mazzarella Alessandro, Pasquali Silvio, Zallocco Alessandro, Bianchini maestro Lionello, Rossi dott. Umberto, Pescetti Antonio, Piersanti Giuseppe, Cecarini Giacomo, Rinaldoni Rinaldo, Paniconi Orlando, Valentini Gildo, Solanelli dott. Gaetano e Zucchini Gildo. Per la minoranza sono stati eletti Carestia Antonio, già Sindaco di Potenza Picena dal 1946 fino al 1951, Giuseppe Ricciardi, Giuseppe Fusari e Nazzareno Doffo.
Gli assessori effettivi erano Bianchini Lionello e Grandinetti Ado, quelli supplenti Mazzarella Alessandro e Solanelli dott. Gaetano.
Il motivo delle dimissioni da Sindaco del dott. Nazzareno Riccobelli erano solo di natura lavorativa, in quanto doveva andare a lavorare come chimico all’Arsenale Militare di Taranto.
Ma chi era Nazzareno Riccobelli?

scipioni-m-al-pellegrinaggio-a-loreto

Nato a Potenza Picena il giorno 11/11/1921 da Serafino e da Maria Ceccotti in Via Buonaccorsi n° 93, aveva altre tre sorelle, Maddalena, che sposerà Ermanno Sargentoni, Laura, che sposerà Nando Scataglini e Giovanna, che sposerà Gabriele Guerrini. Ha frequentato le scuole elementari locali con le maestre Giulia Marconi ed Elide Sensini e con il maestro Azzolino Clementoni e tra i suoi compagni di classe troviamo Igino Ceccotti, Ado Grandinetti, Manlio Grandinetti, Oliviero Grandinetti, Giuseppe Orselli, Ermanno Pupitti, Antonio Bernacchia, Giuseppe Borroni, Norberto Paolucci, Luigi Percossi e Gabriella Clementoni.
Successivamente ha studiato presso il Seminario di Fermo, per uscirne e frequentare il Liceo Classico di Recanati, infine si è laureato in chimica industriale all’Università di Bologna. Ha lavorato come chimico per l’Arsenale Militare a La spezia, Taranto, Torino e Milano.
Si è sposato a Taranto il giorno 9/7/1962 con la sig.ra Angela Natali ed hanno avuto due figli, Francesco e Maria Rita. E’ morto in Ancona il giorno 18 Gennaio del 1973 ed è sepolto presso il nostra Cimitero del Capoluogo.
Con questo articolo, grazie alla disponibilità della sorella di Nazzareno, Laura Riccobelli, che ringraziamo, vogliamo che la nostra comunità ricordi questo sindaco di Potenza Picena, anche se lo è stato per pochi mesi.

Articoli Correlati:

Nazzareno Riccobelli

Articolo annuncia la morte del Dott. Nazzareno Riccobeli.

Annunci

Read Full Post »

a cura di Simona Ciasca e Paolo Onofri – traduzione: Mariella Morello

P1000333

Sig. Emilio Zamboni

Il giorno Venerdì 12 Novembre 2018 è morto all’Ospedale di Civitanova Marche Emilio Zamboni all’età di 90 anni.
Emilio Zamboni era un nostro collaboratore, nonostante l’età avanzata, ed era molto attivo.
Era lui l’incaricato ufficiale di tradurre i nostri articoli in spagnolo, ed abbiamo anche pubblicato diversi suoi lavori di ricerca storica.
Per le traduzioni spiccano la storia del Teatro “Bruno Mugellini” e la vita di San Girio di padre Eugenio Bompadre, per citarne alcuni.
Un suo articolo, in particolare, è stato fondamentale per far conoscere Potenza Picena in Argentina, scritto sia in italiano che in spagnolo, dal titolo molto significativo “Panorama di Potenza Picena”.
Grazie a questa intuizione di Emilio Zamboni, Potenza Picena è stata fatta conoscere in tutta l’Argentina, tra i tantissimi discendenti dei nostri emigrati, ma non solo. Emilio Zamboni per questo motivo deve essere considerato a ragione il più importante “ambasciatore” di Potenza Picena in Argentina.
Questo articolo di Emilio è il più seguito del nostro blog, e ne siamo orgogliosi.
Tantissimi discendenti dei nostri emigrati in Argentina ci lasciano su questo articolo dei post, chiedendo informazioni sui loro parenti a Potenza Picena, atti di battesimo e di nascita, addirittura in alcuni casi l’albero genealogico della loro famiglia. Noi rispondiamo a tutti e siamo felici quando troviamo la documentazione necessaria per far avere loro la cittadinanza italiana, nei casi in cui ne hanno legittimamente diritto. Quando vengono in Italia, passando per Potenza Picena ci cercano ed Emilio è stato sempre disponibile a farci da traduttore.

dsc_2560

Manifestazione Bicentenario indipendenza argentina 9 luglio 2016. Foto di Enzo Romagnoli.

Ma chi era Emilio Zamboni? Emilio Zamboni era nato il giorno 11/12/1928 a General Villegas (prov. di Buenos Aires), in Argentina, da Gerardo e da Fernandez Victoria, e la sua famiglia era di origine veneta. Aveva un altro fratello, Carlos Montero, musicista morto in Spagna il giorno 4/5/2016, che è stato anche a Potenza Picena per un concerto presso la sede degli Amici della Musica il giorno 3/10/2015.
Emilio Zamboni il giorno 27/7/2008 si è sposato con la sig.ra Gabriela Bitocchi, originaria di Recanati, e nel 1997 sono venuti in Italia e si sono stabiliti a Potenza Picena, dove si trovano dei parenti della moglie, la famiglia Moschini.
Emilio Zamboni era un grandissimo appassionato di musica ed un esperto di tango argentino (faceva parte dell’Associazione Amici del Tango di Buenos Aires, collaborando con le sue ricerche storiche); era socio e membro del Direttivo dell’Associazione Amici della Musica “Arturo e Flavio Clementoni” di Potenza Picena.
Emilio faceva parte, insieme alla moglie Gabriela, del Comitato “Piramide Mayo” di Potenza Picena che in questi ultimi anni si è distinto nella organizzazione di molte manifestazioni legate all’Argentina, come il Bicentenario dall’inizio dei moti per l’Indipendenza Argentina nel 2010, il Bicentenario dell’Indipendenza Argentina nel 2016 ed i 50 anni dell’inaugurazione della Piramide de Mayo di Largo Leopardi nel 2017.
Quando in Comune venivano ricevuti i tanti nostri discendenti degli emigrati che provenivano dall’Argentina, Emilio era sempre molto disponibile ad essere presente e a fare da traduttore.

dsc_2529

Emilio Zamboni espone la cronistoria dell’Indipendenza argentina. Manifestazione Bicentenario indipendenza argentina 9 luglio 2016. Foto di Enzo Romagnoli.

La sua morte ci ha molto addolorati ed Emilio ci mancherà sicuramente. Comunque porteremo avanti il nostro lavoro certi che lui ci seguirà dal cielo e cercheremo di far conoscere a tutti i nostri affezionati lettori quei lavori di ricerca storica di Emilio non ancora pubblicati sul nostro blog.
Questo articolo viene anche pubblicato in spagnolo per facilitare la lettura del testo da parte di tutti coloro che ci seguono dall’Argentina e che hanno avuto modo di conoscere Emilio e di apprezzarlo.

Articoli correlati:


Dedicado a Emilio Zamboni, nuestro colaborador y amigo, “embajador” de Potenza Picena en Argentina.

El 12 de Noviembre del 2018 falleció en el Hospital de Civitanova Marche EMILIO ZAMBONI a la edad de 90 anos.
Era un nuestro colaborador muy activo a pesar de su avanzada edad. Era el encargado oficial de traducir nuestros artìculos en castellano y gracias a ello hemos podido publicar varios de sus trabajos de investigación histórica.
De sus multiples traducciones se destacan la historia del Teatro Bruno Mugellini y la vida de San Girio de Padre Eugenio Bompadre.
Un articulo suyo en particular ha sido fundamental para hacer conocer Potenza Picena en Argentina, escrito ya sea en italiano, como en castellano, cuyo titulo muy significativo fue: PANORAMA DE POTENZA PICENA.
Gracias a este trabajo de Emilio Zamboni, Potenza Picena ha sido conocida en toda la Argentina, entre los muchos descendientes de nuestros inmigrantes, por tal motivo y siendo él mismo un descendiente de inmigrantes, debe ser considerado y con razon el más importante representante de Potenza Picena en Argentina.
Este articulo es el más seguido de nuestro blog y por ello estamos muy orgullosos.
Muchos descendientes de nuestros inmigrantes en Argentina, dejan comentarios sobre este articulo pidiendo información sobre sus propios parientes en Potenza Picena, como certificados de Nacimiento de Bautismo y además algunos casos el arbol genealogico de sus familias.
Nosotros contestamos a todos y nos sentimos satisfechos cuando encontramos la documentación necesaria para que puedan obtener asì la ciudadania italiana en los casos de legitimo derecho. Cuando vienen a Italia ,pasando por Potenza Picena, nos buscan y ha sido siempre EMILIO con su increible disponilidad a hacer de intérprete.
Pero quien era Emilio Zamboni?
Nacido el 11 de Diciembre de 1928 en General Villegas, Provincia de Buenos Aires, Argentina Hijo de Gerardo Zamboni y Victoria Femandez. Su familia era de origen Veneta.
Tenia un hermano Carlos Montero músico y compositor fallecido en Espana el 4 Mayo del 2016, estuvo en Potenza Picena para realizar un concierto en la sede de la Asociación Amigos de la Musica el dia 3 de Octubre del 2015.
Emilio Zamboni se unió en matrimonio con la Sra. Gabriella Bitocchi nacida en Recanati, el 27 de Julio del 2008 .
En el ano 1997 vinieron a Italia para establecerse en Potenza Picena, donde hay parientes de su esposa, la familia Moschini.
Emilio Zamboni era un grande apasionado de música y un experto del tango argentino, y formò parte por mucho tiempo de la Asociacion Amigos del Tango donde colaboró con sus investigaciones històricas,Tambien fue socio y miembro del Consejo Directivo de la Asociacion Amigos de la Música de Potenza Picena.
También junto a su esposa formaba parte del comité “Pirámide de Mayo de Potenza Picena, institución que en estos ultimos anos se ha distinguido por organizar muchas manifestaciones ligadas a la Argentina, como por ejemplo el Bicentenario de la Revolución de Mayo en el 2010 y el Bicentenario de la Independencia Politica en el 2016 y el 50 aniversario de la inauguración de la réplica de la Piramide de Mayo instalada en el Largo Leopardi en el 2017.
Cuando en la Municipalidad se recibian los descendientes de nuestros inmigrantes , que venian de Argentina, Emilio estaba siempre presente con su disponibilidad para hacer de intérprete. Su fallecimiento nos ha dejado muy dolidos y seguramente sentiremos su ausencia, de todos modos seguiremos adelante con nuestra tarea, seguros que él desde el cielo seguirà acompanandonos y trataremos de hacer conocer a todos nuestros afeccionados lectores, aquellos trabajos de investigación histórica no publicados aun en nuestro blog.
Este articulo ha sido publicado en castellano para facilitar la lectura del texto a todos quello que nos siguen en Argentina y que han tenido modo de conocer a Emilio y apreciar sus cualidades.

Traducion par Mariella Morello

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: