Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘auditoriun scarfiotti’

Di Roberto Domenichini

Presentazione a cura di Simona Ciasca e Paolo Onofri

La Maddalena ai piedi della croce – sec. XVIII Pietro Tedeschi (opera firmata) foto luigi anzalone

La città di Potenza Picena possiede una delle più importanti opere d’arte del pittore di Pesaro Pietro Tedeschi, che si trova all’interno della ex chiesa di Sant’Agostino, oggi Auditorium “Ferdinando Scarfiotti” e raffigurante la “Maddalena ai piedi della Croce”, inserita in una cornice in scagliola con effetto marmo molto bella. Nel passato la pala ornava l’altare maggiore di questa chiesa degli Agostiniani di Monte Santo, poi, dal giorno 27 settembre 1980, venne esposta all’interno dei locali della Pinacoteca Comunale “Benedetto Biancolini” di Via Trento e successivamente spostata di nuovo presso la ex chiesa di Sant’Agostino; nel 2007 venne restaurata dalla Dott.ssa Francesca Rabbi della Kriterion di Bologna, per una spesa complessiva di Euro 9.360,00.

La venerazione della Maddalena a Monte Santo è stata sempre molto sentita e viva e nel nostro Statuto Comunale del sec. XV viene definita “feconda Governatrice”, cioè protettrice della nostra città, dopo Santo Stefano. La festa della Maddalena a Monte Santo si celebrava ogni anno il giorno 22 di luglio.

Il Dott. Roberto Domenichini, nostro concittadino che abita in Ancona, dal 2014 Direttore dell’Archivio di Stato di Pesaro, il giorno 27 maggio del 2017 è stato tra i promotori di un Convegno Nazionale di studi sul pittore di Pesaro Pietro Tedeschi, artista marchigiano, allievo del Lazzarini, nato nel 1744 e morto a Roma nel 1812, artista poco conosciuto e studiato. Il Dott. Domenichini, oltre che essere stato tra i promotori di questo importante convegno che ha richiamato a Pesaro molti studiosi, ha curato due interventi, oltre che la presentazione: il primo intervento riguarda una ricerca biografica su Pietro Tedeschi, il secondo, per noi di Potenza Picena molto più importante, riguarda uno studio approfondito e meticoloso sul quadro di Pietro Tedeschi presente nella nostra città all’interno della ex chiesa di Sant’Agostino, nel centro storico.

Roberto Domenichini
Dott. Roberto Domenichini

Nel suo articolo riguardante la biografia di Pietro Tedeschi, il dott. Domenichini ci fa sapere la data di nascita del pittore a Pesaro, cioè il 21/05/1744 e che è morto a Roma nella notte tra il giorno 8 ed il 9 agosto 1812, il padre si chiamava Pietro e la madre Elisabetta Menchetti.

Il secondo intervento, invece, è uno straordinario studio sull’opera del Tedeschi dedicata alla “Maddalena ai piedi della croce”, che ci permettere di conoscere finalmente alcuni particolari storici sull’opera, prima mai analizzati dagli studiosi. Viene approfondito lo studio iconografico dell’opera d’arte e determinato il periodo di esecuzione della stessa: secondo Roberto Domenichini il periodo di esecuzione dovrebbe risalire agli anni 1786-1790 circa. Il committente dovrebbe essere stata la famiglia Guarnieri di Monte Santo. Inoltre, in un altro interessante intervento al Convegno di Pesaro, quello di Giacomo Maranesi su “Pietro Tedeschi e i pittori nella Diocesi di Fermo tra Tardobarocco e Classicismo”, veniamo a conoscenza dell’attribuzione di altre due opere d’arte presenti all’interno della ex chiesa di Sant’Agostino di Potenza Picena, prima ignote. Si tratta di due quadri citati nell’inventario della chiesa del 1729 che ornavano l’altare maggiore: il Sant’Agostino Vescovo, attribuito ai fratelli Ubaldo e Natale Ricci di Fermo e Maria Maddalena attribuito al solo Natale Ricci.

Copertina del libro “Pietro Tedeschi
Pesaro 1744 – Roma 1812

Anche per quanto riguarda il quadro della Madonna del Rosario con San Domenico e Santa Caterina da Siena, sempre presente all’interno della ex chiesa di Sant’Agostino di Potenza Picena, citato anche questo nell’inventario della chiesa del 1729, il Maranesi lo attribuisce a Natale Ricci. In precedenza l’opera era stata attribuita ad Alessandro e Filippo Ricci di Fermo.

Tutti gli interventi che ci sono stati nell’ambito del Convegno del 2017 a Pesaro su Pietro Tedeschi sono stati raccolti e pubblicati in un volume monografico dedicato all’artista, finanziato dal Dott. Roberto Domenichini e stampato nel mese di Novembre 2020 dalla Casa Editrice Metauro Editrice srl di Pesaro.
Il libro è possibile consultarlo presso la Biblioteca comunale “Carlo Cenerelli Campana” di Via Trento, oppure richiederlo alla Casa Editrice Metauro srl di Pesaro.

Articoli correlati:

Read Full Post »

Auditorium Ferdinando Scarfiotti. Foto tratta dal libro “Il fascino della Storia il Respiro del Mare. Potenza Picena” edito dal Comune di Potenza Picena e curato da Renza Baiocco.

L’Auditorium “Ferdinando Scarfiotti” di Potenza Picena è stato inaugurato il giorno 19 Dicembre del 2004 dal Sindaco Sergio Paolucci, ricavato all’interno della ex chiesa di Sant’Agostino.

La struttura confina con il parcheggio di Via Silvio Pellico ed il Corso Vittorio Emanuele II. La zona è sempre notevolmente invasa dai piccioni, che lasciano i loro escrementi sul tetto dell’Auditorium e del suo Foyer. Con le piogge questi escrementi spesso ostruiscono i canali di scorrimento delle acque pluviali dell’Auditorium e del foyer, sia sul versante dei parcheggi, ed ultimamente anche sul versante di Corso Vittorio Emanuele II.

La mancata pulizia di questi canali ostruiti ha la conseguenza che l’acqua pluviale fuoriesce e bagna i muri sottostanti.

Nel caso del canale che si trova dal lato dei parcheggi di Via Silvio Pellico, l’acqua rientra nel muro interno del foyer dell’Auditorium, creando un grave danno alla parete sottostante. E’ molto evidente la macchia scura che si trova a fianco del ritratto incorniciata del premio Oscar Ferdinando Scarfiotti nel foyer.

Anche il danno che arreca alla parete sia esterna che interna sul versante del Corso Vittorio Emanuele Il è molto grave.

interno s pellico

L’intervento sul canale verso il parcheggio è molto semplice, basta una lunga scala, mentre per quanto riguarda il canale verso il Corso Vittorio Emanuele II, essendo alto, in questo caso è necessaria una scala aerea. Da oltre un anno è stata segnalata questa grave situazione al nostro ufficio tecnico comunale ed anche ai nostri amministratori, ma ad oggi nessun intervento è stato effettuato. L’ultima segnalazione scritta è stata fatta in data 1/10/2020.

Cosa si aspetta ad intervenire?

Danni molto più gravi alla nostra meravigliosa struttura che tutti ci invidiano, che per il suo recupero abbiamo speso la considerevole somma di lire 2.150.000.000 (duemiliardicentocinquantamilioni)?

Read Full Post »

Concerto di Natale del 29 dicembre 2019 a Potenza Picena. Foto Sergio Ceccotti.

Il giorno domenica 29 dicembre 2019, alle ore 21,30, presso l’auditorium “Ferdinando Scarfiotti” di Potenza Picena la Banda Cittadina locale, insieme alla Corale “Santo Stefano”, hanno offerto alla nostra città un bellissimo concerto di Natale.

È la seconda volta che la nostra Banda Cittadina, insieme alla Corale S. Stefano, si cimenta in un concerto di Natale, dopo quello del 22 dicembre 2018 e visto il buon risultato di partecipanti e di qualità musicale, ci si augura che questa bellissima esperienza possa essere ripetuta ogni anno, facendone una tradizione locale.

La Banda Cittadina, il cui Presidente è Mario Romagnoli, è stata diretta dal M° Samuele Travaglini, mentre la corale “Santo Stefano”, il cui Presidente è Giuseppe Tomassini, è stata diretta da don Erminio Cognigni. Il concerto è stato promosso dal nostro comune, Ass.to alla Cultura e turismo, che è stato rappresentato nella serata dall’Assessore alla Cultura Tommaso Ruffini. Presentatrice della serata la Sig.ra Stefania Offidani di Porto Potenza Picena.

Il numeroso pubblico ha molto gradito i brani del Concerto, mentre il servizio fotografico della serata è stato offerto da Sergio Ceccotti, che gentilmente ci ha consentito di utilizzare in esclusiva tutte le sue bellissime foto.

Articolo correlato:

Read Full Post »

Tavola di Bernardino di Mariotto, del 1506. Foto di Sergio Ceccotti.

Tavola di Bernardino di Mariotto, del 1506. Foto di Sergio Ceccotti.

Il giorno Venerdì 27 Dicembre 2019 si è completata l’operazione di disin­festazione dalle muffe e dai tarli della tavola di Bernardino Di Mariot­to del 1506 “Madonna con Bambino tra i santi Francesco d’Assisi, Antonio di Padova, Giovannino ed Angeli musicanti”, conservata nel soppalco del foyer dell’Auditorium “Ferdinando Scarfiotti”, nella ex chiesa di Sant’Agostino.

L’operazione di disinfestazione è stata autorizzata dalla Soprintendenza di Ancona il giorno 16/10/2019, dopo che un suo funzionario, la dott.ssa Alessia Strozzi il giorno 2 settembre 2019 aveva constatato la necessità dell’intervento in una sua visita a Potenza Picena.

L’operazione di disinfestazione dalle muffe e dai tarli è stata esegui­ta dal restauratore di Potenza Picena Paolo Pallotto, che ha effettuato 1’intervento il giorno 14 Novembre 2019. La tavola nella mattinata di venerdì 27 Dicembre 2019 è stata ricolloca­ta sul suo basamento, dopo che Paolo Pallotto aveva constatato la scom­parsa delle muffe, sia sul davanti che sul retro dell’opera.

I lavori sono stati seguiti dall’Economo Comunale, dott.ssa Simona Ciasca, responsabile del nostro patrimonio storico ed artistico.

L’intervento è costato Euro 648,36 + Iva, a carico del Bilancio Comunale. Ci si augura a questo punto che non si ricreino più le condizioni clima­tiche all’interno dell’Auditorium che consentono il proliferare di queste dannose muffe sulla tavola di Bernardino Di Mariotto, tenuto anche con­to che la struttura viene comunque utilizzata consentendo una maggiore areazione al suo interno. Inoltre, tenuto conto che fin dall’inaugura­zione dell’Auditorium, cioè dal 19/12/2004, è presente un impianto di deumidificazione, ci si augura che questo venga fatto funzionare.

Statua lignea Sec. XVI Madonna con Bambino ed Angeli. Foto Sergio Ceccotti.

Statua lignea Sec. XVI Madonna con Bambino ed Angeli. Foto Sergio Ceccotti.

Nella stessa mattinata di Venerdì 27 Dicembre 2019 Paolo Pallotto ha po­tuto anche prelevare, per poter iniziare il relativo restauro, sia la statua lignea policroma della “Madonna con Bambino ed Angeli” del sec. XVI che i due inginocchiatoi dei secc. XVIII e XIX. I due restauri, autorizzati dalla Soprintendenza di Ancona il giorno 16/10/2019, costano il primo, quella della statua lignea € 1.152 + Iva, mentre i tre inginocchiatoi Euro 1.250,00 + Iva e sono finanziati con fondi comunali.

Articolo correlato:

 

Read Full Post »

Concerto del 19/12/2004

L’Auditorium “Ferdinando Scarfiotti” di Potenza Picena, ricavato all’interno della ex chiesa di Sant’Agostino, è stato inaugurato il giorno 19 dicembre del 2004, cioè quindici anni fa, con un concerto dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana diretta dal nostro concittadino, il M° Enrico Reggioli e in quella magica serata ha suonato musiche di B. Bartk, F. Mendelssohn, G. Fauré, M. de Falla, J. Brahms, E. Kodàly.

Oggi a distanza di quindici anni, il nostro Auditorium ha ospitato di nuovo un concerto dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana, questa volta diretta dal M° Emanuele Andrizzi. Al pianoforte il duo Lorenzo Di Bella e Mihajlo Zurković ed al violino Sihana Badivuku-Hoxha.

Sono state eseguite musice di Felix Mendelssohn e Fryderyk Chopin. È stato un concerto storico, inserito nell’ambito della quarta edizione del Mugellini Festival, che ha visto la struttura totalmente occupata da 180 persone paganti. All’Orchestra Filarmonica Marchigiana è stato consegnato da parte dei direttori artistici del festival Mauro Mazziero e Lorenzo Di Bella il premio Mugellini 2019 per la musica.

L’Orchestra Filarmonica Marchigiana è un’istituzione concertistica orchestrale italiana, fra la tredici riconosciute dal Ministero per i Beni Culturali, conosciuta in tutta Italia e nel mondo, vanto della nostra Regione.

Concerto del 10/11/2019

Il nostro Auditorium è stato intitolato al premio Oscar Ferdinando Scarfiotti, nato a Potenza Picena il giorno 6/3/1941 e morto a Los Angeles il giorno 30/4/1994, per la scenografia nel 1988 del film di Bernardo Bertolucci “L’ultimo imperatore”.

premio Mugellini Festival 2019 per la musica alla Filarmonica Marchigiana

Articolo correlato:

Read Full Post »

Tavola di Bernardino di Mariotto, del 1506. Foto di Sergio Ceccotti.

Tavola di Bernardino di Mariotto, del 1506. Foto di Sergio Ceccotti.

Presso l’Auditorium “Ferdinando Scarfiotti” di Potenza Picena, nella ex chiesa di sant’Agostino nel soppalco, si trova dal 2009 la tavola centinata di Bernardino di Mariotto da Perugia del 1506 “Madonna in trono col Bambino tra i Santi Francesco d’Assisi, Antonio di Padova, Giovannino ed Angeli musicanti”.

In precedenza era stata dal 2003 all’interno dei locali della Pinacoteca Comunale “Benedetto Biancolini” di Via Trento e prima ancora nel contesto della Sala della Giunta Comunale “Antonio Carestia” nel Palazzo Municipale. In questa struttura era stata collocata nel 1908 dopo che era rientrata da Firenze, dove era stata anche restaurata nelle RR. Gallerie dal pittore Giuseppe Parrini. In questa città era giunta nel 1907 dopo che il guardiano p. Mariano Starnatori del convento dei frati Minori di Potenza Picena l’aveva venduta illegalmente al Prof. Paolo Paolini di Roma.

In origine, nel 1506 la tavola, si trovava all’interno della chiesa di Sant’Antonio di Padova dei frati Minori di Monte Santo commissionata dalla sig.ra Vanna Forte per ricordare il marito Nicola Antonelli.

È una delle più importanti opere d’arte antiche della nostra città. Nel 2006 doveva essere esposta a San Severino Marche nel contesto della mostra su Bernardino di Mariotto che si è svolta dal 25 Marzo al 31 Agosto 2006, ma poi per la fragilità dell’opera, il trasferimento non è stato effettuato. Nel 2007, il giorno 14 Aprile, anche il critico d’arte prof. Vittorio Sgarbi ha voluto visitare questo capolavoro del Cinquecento e ne è rimasto molto affascinato. Lo storico di San Severino Marche Raoul Paciaroni ha voluto dedicare al capolavoro di Bernardino di Mariotto di Potenza Picena un bellissimo articolo pubblicato sulla rivista storica “Studia Picena” del 2006 volume LXX, presente presso la nostra Biblioteca Comunale “Carlo Cenerelli Campana”, di via Trento.

Nell’attuale collocazione, cioè nel soppalco dell’Auditorium “Ferdinando Scarfiotti”, la tavola è stata aggredita dalla muffa in maniera molto evidente, che sicuramente causerà dei danni gravi al nostro capolavoro del Cinquecento di Bernardino di Mariotto, se non si interviene subito.

È vero che l’Auditorium “Ferdinando Scarfiotti” è rimasto chiuso dopo la forte scossa di terremoto del giorno 30/10/2016 per quasi due anni ed è stato riaperto solo il giorno sabato 22 Settembre del 2018.

Della presenza della muffa si è accorto per la prima volta Mauro Mazziero diversi mesi fa dopo la riapertura, ma chiunque ha modo di visitarla se ne può rendere conto subito, come è accaduto ad un gruppo di turisti subito dopo Pasqua 2019.

Di questo grave problema sono stati informati sia gli amministratori che la Soprintendenza di Ancona, nella persona del dott. Pierluigi Moriconi, ma ad oggi non è stato fatto ancora niente.

Non sono intervenuti i restauratori e non è stata ancora valutata l’eventualità del suo trasferimento da questa sede, magari per poterla riportare all’interno dei locali della Pinacoteca Comunale o in altro luogo, se il soppalco dell’Auditorium “Ferdinando Scarfiotti” viene considerato non più idoneo, per poter garantire l’incolumità della tavola per le condizioni climatiche.

Questa importante tavola nel 1995 è stata restaurata da parte di Isidoro Bacchiocca di Urbino, che ha effettuato un lavoro di consolidamento della pellicola pittorica, su richiesta della Soprintendenza di Urbino, nella persona del Dott. Gabriele Barucca, per una spesa complessiva dell’intervento di Lire 1.864.500, IVA compresa.

Articoli correlati:

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: