Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘don benedetto nocelli’

Presentazione a cura di Simona Ciasca e Paolo Onofri

Nel nostro blog abbiamo già parlato dei lavori editoriali di Francesco Maria Nocelli e del prof. Gabriele Nocelli, Sindaco di Potenza Picena dal 1972 fino al 1975, scomparso di recente.

Caterina Nocelli ha 12 anni ed ha altri due fratelli, Benedetta e Pietro;  vive a Camerano con la sua famiglia ma viene spesso a Potenza Picena a trovare la nonna.

In questa occasione parliamo di Caterina Nocelli, figlia di Francesco Maria e di Sara Santarello e nipote del prof. Gabriele Nocelli e dell’insegnante Anna Clementoni.

Frequenta il secondo anno della scuola secondaria di primo grado di Camerano ed ha la passione per il fumetto; ha partecipato nel 2021 al concorso nazionale “Nuvolette all’orizzonte”, ideato da Prima Effe, Feltrinelli per la Scuola, in collaborazione con Bao Publishing, per leggere oggi i fumetti delle stelle di domani.

Caterina, che è stata una delle vincitrici individuali del concorso nazionale con la sua storia a fumetti “Il mio mondo a colori”, con questo suo lavoro dimostra un grande talento artistico e narrativo. Nella motivazione del suo premio troviamo quanto segue:

Tra i tanti strumenti che appartengono al linguaggio del fumetto, il colore è sicuramente uno dei più importanti e caratteristici: lo sa perfettamente bene Caterina Nocelli che, nella storia Il mio mondo a colori, gioca con la presenza e l’assenza del colore per raccontare la perdita della speranza e la successiva riappropriazione del futuro e della vita. Grazie al colore, appunto, metafora delle nuove generazioni e di quello che si può fare se si lotta tutti insieme.

Che cosa ci insegna la storia di Caterina Nocelli?

Quando il narratore si mette in gioco in prima persona, le emozioni che veicola con la sua storia arrivano più forti a chi legge. Caterina sembra averlo capito in modo quasi intuitivo e usa questa specificità del fumetto per coinvolgere i lettori nella sua storia.

 L’effetto è molto intenso e ben riuscito, assolutamente professionale!

Insieme a Caterina Nocelli hanno vinto la quarta edizione del concorso nazionale ideato da Prima Effe in collaborazione con Bao Publishing: la classe quinta A della scuola primaria “Vallone” dell’I.C. Angelini di Pavia; Antonio Moretti; la classe prima C della scuola secondaria di primo grado “Orio Vergani” di Novate Milanese (Milano), mentre una menzione speciale è stata riservata alla classe seconda D, I.C. Volsinio di Roma.

Facciamo i nostri complimenti a Caterina Nocelli per il suo bellissimo lavoro artistico e narrativo.

Una copia dell’edizione 2021 di “Nuvolette all’orizzonte”, si può trovare presso la nostra biblioteca comunale “Carlo Cenerelli Campana” di Via Trento.

Articoli correlati:

Read Full Post »

A cura di Simona Ciasca e Paolo Onofri

Prof. Gabriele Nocelli – Foto Famiglia Nocelli

Il prof. Gabriele Nocelli è venuto a mancare il giorno 19/06/2021 in Ancona. Sindaco di Potenza Picena dal 1972 fino al 1975 per la Democrazia Cristiana, era stato eletto consigliere comunale nel 1970 e la sua Giunta comunale contava assessori della Democrazia Cristiana e del Partito Socialista Italiano: assessori effettivi Ricciardi Giuseppe (PSI), Bianchini Lionello (DC), Simonetti Rolando (DC), Cosenza Giuseppe (PSI); assessori supplenti Mezzasoma Antonio (DC) e Simonetti Dino (PSI). Quest’ultimo assessore supplente, dopo la sua tragica morte, fu sostituito da Fiorani Tarcisio (PSI).
Dopo l’esperienza da sindaco, il prof. Gabriele Nocelli non ha proseguito l’attività amministrativa a Potenza Picena.
Professore di Italiano presso la scuola media “Leonardo da Vinci” di Potenza Picena dal 1966 fino al 1996, dopo il suo pensionamento dall’insegnamento scolastico, il prof. Nocelli si è dedicato con passione al suo orto in Viale San Girio ed i prodotti della sua terra venivano spesso regalati con grande generosità ai nostri concittadini.
Il professore era nato ad Amandola il giorno 23/09/1938 da Gualtiero e da Giuditta Tossici, il giorno 12/09/1966 si era sposato con Anna Clementoni, insegnante elementare e dal loro matrimonio sono nati Maria Silvia e Francesco Maria.
Il padre, Gualtiero Nocelli, cantoniere, era stato ucciso dai nazi-fascisti il giorno 9 marzo 1944 davanti ai suoi cinque figli. Insieme a Gualtiero Nocelli di 46 anni quel giorno venne ucciso anche un altro cittadino di Amandola, Antonio Fratini. Ai due martiri della Resistenza Picena il Comune di Amandola, in data 10 maggio 1991, con delibera di Giunta Comunale n. 152, ha intitolato due vie della città.

Il Prof. Gabriele Nocelli insieme alla moglie Anna Clementoni. Foto Famiglia Nocelli.

Suo fratello, don Benedetto Nocelli, è stato vice parroco presso la parrocchia di San Giacomo Maggiore, nel quartiere Galiziano a Potenza Picena dal 1958 fino al 1960, poi, dopo la morte del parroco mons. Gustavo Spalvieri, è stato nominato amministratore della parrocchia dal giorno 28/11/1960 fino al giorno 14/04/1962, quando da Potenza Picena è stato trasferito a Corridonia, presso l’Abbazia di San Claudio al Chienti e dove è morto il giorno 22/03/2019.
Il prof. Gabriele Nocelli è stato un uomo di grande cultura classica, religioso e cristiano, buono, sempre disponibile al dialogo con tutti.
Potenza Picena, con la scomparsa del prof. Gabriele Nocelli, ha perso una straordinaria personalità.

Articoli correlati:

Read Full Post »

Presentazione a cura di Simona Ciasca e Paolo Onofri.

Le più Belle Preghiere dei Santi

Agli inizi del mese di gennaio 2017, mentre stavamo consegnando alla prof.ssa Raffaella Sasso, moglie dell’indimenticabile prof. Arturo Sardini, una copia del n.16 della Rivista “Lo Specchio”, siamo venuti a conoscenza che era stato pubblicato un libro del dott. Francesco Maria Nocelli sulle preghiere dei Santi.

La sig.ra Raffaella Sasso, che ne aveva una copia, ci ha consentito gentilmente di leggerlo e successivamente ce lo ha lasciato e noi oggi lo consegniamo alla biblioteca comunale “Carlo Cenerelli Campana”, per metterlo a disposizione di tutti.

Il libro dal titolo “Le più belle preghiere dei Santi” riporta in copertina la riproduzione di un capolettera miniato molto bello ed originale ed è dedicato dall’autore a don Luigi Giussani, padre e maestro, fondatore del Movimento ecclesiale “Comunione e Liberazione”.

Raccoglie al suo interno le più belle preghiere, per un totale di 700, recitate da 127 Santi, da Agostino d’Ippona, a Bernardo di Chiaravalle, da Antonio da Padova a Giovanni Paolo II, da Madre Teresa di Calcutta a Padre Pio, santi antichi e moderni che portano con le loro preghiere nel cuore della spiritualità cristiana.

Il libro è stato pubblicato dalla casa editrice Mimep Docete di Pessano con Bornago (Milano) nel 2016.

Al suo interno troviamo anche preghiere di Santi e sacerdoti che sono nati nelle Marche, tra cui citiamo Giacomo della Marca di Monteprandone (Ascoli Piceno 1393-Napoli 1476), Camilla Battista da Varano (Camerino 1458-1524), Veronica Giuliani (Mercatello -Pesaro 1660- Città di Castello 1727) e Papa Pio IX, Giovanni Mastai Ferretti (Senigallia 1792-Roma 1878).

Francesco Maria Nocelli

Francesco Maria Nocelli è un nostro concittadino, nato a Macerata il giorno 30/03/1969 dal prof. Gabriele Nocelli e dall’insegnante elementare Anna Clementoni. Il padre Gabriele Nocelli è stato Sindaco di Potenza Picena dal 1972 fino al 1975 per la Democrazia Cristiana ed è venuto a mancare il giorno 19/06/2021. Francesco Maria Nocelli ha studiato presso le scuole elementari e medie di Potenza Picena, poi ha frequentato il Liceo Scientifico di Civitanova Marche e si è laureato all’Università di Macerata. Ha ricoperto in precedenza il ruolo di Segretario Comunale in diversi comuni marchigiani, tra cui Castelfidardo, Loreto e Falconara, attualmente ricopre il ruolo di Segretario Generale della Giunta Regionale delle Marche.

Si è sposato con la signora Sara Santarello e dal loro matrimonio sono nati Caterina, Benedetta e Pietro. Vive attualmente a Camerano e coltiva la passione per la vita dei Santi e la storia del Risorgimento. E’ impegnato nella Parrocchia di Camerano nella catechesi ed è membro del Consiglio Pastorale.

Da giovane a Potenza Picena ha praticato l’hockey su prato con la locale società e Judo presso la palestra “Jigoro Kano”.

Read Full Post »

Don Benedetto Nocelli. Foto Fam. Nocelli.

Don Benedetto Nocelli. Foto Fam. Nocelli.

A cura di Simona Ciasca e Paolo Onofri
Il giorno 22 marzo 2019 è venuto a mancare a Fermo Don Benedetto Nocelli.
Nato ad Amandola il giorno 28/01/1934 da Gualtiero e Giuditta Tossici, dopo aver frequentato il seminario di Fermo, il giorno 30/05/1958 arriva a Potenza Picena come vice-parroco di don Gustavo Spalvieri presso la parrocchia di San Giacomo Maggiore a Galiziano.
Fino alla morte di don Gustavo Spalvieri, avvenuta il giorno 27/11/1960, don Benedetto Nocelli è stato il suo vice, poi dopo la sua morte amministratore dal 28/11/1960 fino 14/4/1962. Dal 26/10/1962 si è trasferito a Corridonia presso l’Abbazia di San Claudio al Chienti come parroco.
Don Benedetto Nocelli era il fratello del Prof. Gabriele Nocelli, residente a Potenza Picena dove è stato Sindaco della nostra città dal novembre 1972 fino al mese di giugno 1975 ed ha sposato l’insegnante Anna Clementoni ed hanno avuto due figli, Silvia e Francesco Maria.

Mons. Gustavo Spalvieri e Don Benedetto Nocelli

Mons. Gustavo Spalvieri (sx) e Don Benedetto Nocelli (dx).

Don Benedetto Nocelli è rimasto sempre molto legato a Potenza Picena, ed in particolare ai suoi parrocchiani di San Giacomo Maggiore a Galiziano. Diversi di loro hanno fatto celebrare il matrimonio dei propri figli a Don Benedetto Nocelli presso l’Abbazia di San Claudio al Chienti a Corridonia. Anche quando a Potenza Picena si celebrava la festa di San Giacomo Maggiore il giorno 25 luglio di ogni anno, don Benedetto Nocelli era sempre presente insieme agli altri parroci.
Potenza Picena con la scomparsa di don Benedetto Nocelli ha perso un sacerdote a cui la nostra comunità era molto legata e che lo ricorderà per sempre.

Articoli correlati:

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: