Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘francesco margaritini’

A cura di Simona Ciasca e Paolo Onofri

Francesco Margaritini. ASCPP

Francesco Margaritini

La locale sezione del Partito Comunista Italiano di Potenza Picena è stata intitolata da sempre a Francesco Margaritini.

Ma chi era questo personaggio?

Era nato a Potenza Picena il giorno 1/10/1892 in via S. Croce n° 389 da Giambattista e da Maria Carestia ed aveva un altro fratello Stanislao (Giulio), più grande di lui. La madre Maria Carestia era la figlia di Emidio, quindi sorella di Augusto e di Antonio.

Francesco Margaritini aveva frequentato la scuola elementare locale, solo la prima e la seconda classe, con il maestro Anfolzo Anfolzi e tra i suoi compagni di classe troviamo nell’anno scolastico 1900/1901 il futuro maestro di musica Arturo Clementoni, Simonacci Abele, il padre dello on. Marcello Simonacci di Recanati, Riccobelli Attilio di Giuliano, Percossi Roberto, Percossi Guido, Mazzarella Virgilio, Belluccini Alfredo (lo sifonà) e Grandinetti Leone.

Ha partecipato alla prima guerra mondiale come caporale zappatore, fante nella zona di Gorizia ed è stato insignito della medaglia al merito di guerra. Ha lavorato come fornaciaio presso la fornace Antonelli, come il fratello Stanislao.

Aveva sposato il giorno 20/7/1914, prima di partire per la guerra, la sig.ra Cleta Pupitti e dal loro matrimonio è nato il giorno 6/5/1928 Giambattista (Giovanni) Margaritini. È anche emigrato in Argentina a La Plata, come fornaciaio, negli anni Trenta del Novecento.

Da sempre antifascita, dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, organizza a Potenza Picena la cellula del Partito comunista Italiano, iscrivendosi il giorno 1 Novembre del 1943. Con lui troviamo Antonio Carestia, suo cugino, che sarà poi sindaco di Potenza Picena dal 1946 fino al 1951, Giuseppe Pastocchi, Edmondo Pastocchi, Severino Donati, Secondo Torregiani (Secondo lo ritrattista), Nazzareno Patacconi, Giuseppe Persichini, Bonaventura Granati, Cutini Mariano, Scipioni Mariano e Giuseppe Carota. Faceva parte del locale GAP che ha accolto trionfalmente il giorno 30 giugno del 1944 i soldati polacchi del Reggimento Skorpion al comando del colonnello Ignacy Kowalczewski, anche se questi non hanno gradito le loro bandiere rosse. Durante la presenza dei soldati polacchi a Potenza Picena in Via Tripoli, dove Francesco Margaritini abitava con la sua famiglia, il giorno 29 Aprile del 1945 è intervenuto per difendere una donna dalle molestie di un soldato polacco ubriaco. L’epilogo di questa drammatica vicenda è stata l’uccisione del soldato polacco, colpito da una coltellata dal fornaciaio Francesco Margaritini, a sua volta colpito dalla pistola del polacco. I soldati polacchi hanno sempre avuto con la popolazione di Potenza Picena un buon rapporto, ed infatti dopo la fine della guerra molti di loro, ben 33, si sono sposati con ragazze del posto, ma ci sono stati anche alcuni episodi sgradevoli, come quello del giorno 29/4/1945, dove hanno trovato la morte sia il soldato polacco, di cui non siamo riusciti a sapere il suo nome, che il nostro concittadino, Francesco Margaritini, intervenuto per difendere una donna.

Maria Teresa Granati nel 1959 a Potenza Picena alla Festa dell'Unità.

Maria Teresa Granati

I soldati polacchi del battaglione Skorpion a Potenza Picena inoltre vengono anche ricordati per aver costruito il nuovo campo sportivo, inaugurato il giorno 10/6/1946, con un incontro di calcio tra una rappresentativa di giovani locali ed una squadra di soldati polacchi. L’incontro è finito 8 a 1 per i polacchi, con il goal della bandiera segnato per il Potenza Picena da Antonio Bernacchia e tra i giocatori del Potenza Picena troviamo anche Mario Zucchini, che poi proseguirà la sua carriera agonistica fino a giocare con l’Anconitata in serie B.

 

Dopo la morte di Francesco Margaritini i suoi compagni di cellula, in particolare il cugino Antonio Carestia, hanno voluto ricordarlo intitolandogli la locale sezione, dove sul pavimento ancora oggi spicca un vero capolavoro artistico ed artigianale, la bandiera del Partito Comunista Italiano, lavoro eseguito dai muratori locali, Giuseppe Carota ed Arturo (Adelmo) Granati.

In questa sezione sono cresciuti tra gli altri Romualdo Clementoni, nato il 2/8/1927 e morto il 30/7/1986, che nel 1970 verrà eletto consigliere regionale delle Marche per il PCI di Macerata, carica che ricoprirà fino al 1980, e Maria Teresa Granati nata il 30/9/1937, che nel 1976 verrà eletta a Modena Deputata del PCI, carica che ricoprirà fino 1979 e che nel 1964 a Potenza Picena è stata la prima donna eletta nel nostro consiglio comunale, Sindaco Rolando Simonetti.

Romualdo Clementoni secondo da dx seduto. ASCPP

Romualdo Clementoni

Quindi da questa sezione sono usciti il primo Consigliere Regionale ed il primo deputato al parlamento, nati a Potenza Picena, Romualdo Clementoni e Maria Teresa Granati. Successivamente Potenza Picena ha avuto come Consigliere Regionale Francesco Acquaroli, come senatore Mario Morgoni e che oggi sono membri della Camera dei Deputati.

Articoli correlati:

 

Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: