Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘maria bianchi’

In un nostro precedente articolo abbiamo parlato molto ampiamente del donativo al nostro comune del Palazzo Marefoschi da parte dei coniugi Egisto Bontempi e Maria Bianchi, valutato la considerevole somma di Lire 115.000.000 e di mq. 765.
Il palazzo in questione è stato accettato come donativo da parte del nostro comune, nella seduta consiliare del giorno 6/4/1979, sindaco l’Ins. Maria Magi, con l’impegno unanime di tutti i consiglieri comunali di utilizzarlo per alloggi popolari.
Questa destinazione è stata rispettata solo in parte, in quanto il grosso del fabbricato è stato venduto alle Poste Italiane, mentre solo in una porzione sono stati ricavati n° 7 alloggi popolari, inaugurati nel mese di settembre 2018.
FABRICA BONTEMPIPer non perdere la memoria di questo nobile gesto dei coniugi Bontempi a favore della comunità di Potenza Picena, sarebbe opportuno far collocare una targa sul palazzo di via Silvio Pellico che ricordi a tutti il loro donativo. Ci si augura che l’amministrazione comunale di Potenza Picena, guidata dal Sindaco Noemi Tartabini, raccolga il nostro accorato appello e proceda a far collocare una targa a ricordo.

Articolo correlato:

targa-palazzo-bontempi.jpg

Read Full Post »

Egisto Bontempi al centro

A cura di Simona Ciasca e Paolo Onofri
Sono trascorsi 40 anni da quando il Consiglio Comunale di Potenza Picena, sindaco l’insegnante Maria Magi, ha accettato il donativo fatto dai coniugi Bontempi, Egisto e sua moglie Maria Bianchi, del loro palazzo situato nel Centro Storico della città, tra via Silvio Pellico e Corso Vittorio Emanuele II.
Questo Palazzo antico appartenuto alla famiglia Marefoschi di Monte Santo, il cui ultimo proprietario è stato il conte Giulio Marefoschi, figlio di Alessandro e di Maria Camilla Rospigliosi Pallavicini, nel 1937 ha ospitato l’attività imprenditoriale per la produzione di fisarmoniche di Egisto Bontempi, venuto nella nostra città da Castelfidardo, chiamata all’epoca “La Fisarmonica”.
Quando la Bontempi ha costruito il nuovo stabilimento industriale in Viale don Bosco, questa struttura originaria è stata chiusa e non più utilizzata.
Il fabbricato era molto ampio e comprendeva all’epoca magazzini, appartamento, sottotetto e garage per un totale di Mq. 765 ed un volume di Mc. 3.800, valutato dai tecnici comunali all’epoca ben 115.000.000 di lire, una somma considerevole.
I coniugi Bontempi avevano manifestato la volontà di donare al Comune di Potenza Picena il palazzo in questione con una loro lettera del 1/9/1977 ed il nostro Ente ha accettato il loro donativo nel Consiglio Comunale del giorno 6/4/1979, delibera n° 30, con votazione unanime dei presenti, cioè 28 consiglieri.
Durante la discussione del consiglio comunale è intervenuto il capogruppo del Partito Comunista Italiano Massimo Gattafoni, che nel compiacersi del nobile gesto della famiglia Bontempi a favore del comune di Potenza Picena ha proposto ai consiglieri presenti l’utilizzazione della struttura per “alloggi-parcheggio a favore di famiglie costrette ad evacuare da immobili da sottoporre ad interventi straordinari di recupero e ciò al fine di avviare un discorso sulla rivalutazione e sul recupero del Centro Storico”. Il consiglio comunale all’unanimità ha accettato la proposta del capogruppo PCI Massimo Gattafoni.

Palazzo donato dai Coniugi Bontempi visto da Corso Vittorio Emanue II. Foto Sergio Ceccotti.

Nel corso degli anni questa destinazione originaria dei locali del Palazzo donato dai coniugi Bontempi è stata solo in parte rispettata. Infatti sono stati ricavati n° 7 appartamenti popolari dell’Erap, consegnati nel mese di Settembre 2018, mentre il resto del Palazzo donato è stato occupato dalle Poste Italiane, che lo hanno acquistato dal nostro Comune.
Comunque rimane il nobile gesto dei coniugi Bontempi, Egisto e Maria Bianchi, a favore della comunità di Potenza Picena, che li ringrazia di cuore.

Articolo correlato:

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: