Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘parrocchia s_stefano’

A cura di Simona Ciasca e Paolo Onofri.

Quadro di S. Michele Arcangelo prima del restauro. Foto di Roberto Doemnichini.

Ancora una volta abbiamo una bella notizia in fatto di restauro di opere d’arte della tradizione santese: la Parrocchia dei Santi Stefano e Giacomo di Potenza Picena, guidata da Padre Lorenzo Turchi e dal suo Vice Padre Gabriele Lazzarini, ha deciso di procedere al restauro della tela di San Michele Arcangelo del sec. XVIII, di autore ignoto, attualmente collocata presso la Collegiata di Santo Stefano, ma proveniente dalla Chiesa di San Giacomo Maggiore a Galiziano, dove era situata sul lato destro della chiesa. Il quadro, un olio su tela, misura cm. 126×180 e raffigura l’Arcangelo Michele attorniato da angeletti, mentre trafigge un demone.

Il restauro dell’opera d’arte del sec. XVIII verrà eseguito dalle restauratrici di Fano Paola Bartoletti e Maria Letizia Andreazzo e l’intervento costerà alla Parrocchia Euro 5.300,00 compresa la cornice. Il progetto di restauro è stato approvato dalla Soprintendenza di Ancona e verrà finanziato per intero dal Dott. Roberto Domenichini, nostro concittadino ed attualmente Direttore dell’Archivio di Stato di Pesaro. La tela è stata ritirata dalla chiesa della Collegiata di Santo Stefano il giorno 10/02/2021.

Il Dott. Domenichini aveva già in precedenza finanziato il restauro del quadro del sec. XVII di Giacinto Brandi dove troviamo insieme San Girio, compatrono di Potenza Picena e Sant’Ignazio di Loyola, titolare della chiesa omonima, poi successivamente trasformata in Collegiata di Santo Stefano. L’intervento in oggetto è costato la somma di Euro 2.200,00 ed i lavori di restauro sono stati eseguiti da Ars Nova di Montecosaro.

P. Gabriele e P. Lorenzo

Inoltre il Dott. Domenichini ha finanziato, nell’ambito del Progetto Art Bonus per il Comune di Potenza Picena, il restauro di n.3 statue lignee degli Apostoli del sec. XVII, San Giacomo Maggiore, San Giacomo Minore e Sant’Andrea per un importo di euro 2.350,00 (lavori eseguiti dalla dott.ssa Letizia Bruscoli di Pesaro) ed il restauro di n.2 antifonari del 1544  e del 1611, per un valore di euro 3.764,43 (lavoro effettuato dal sig. Gabriele Dondi della “Legatoria artistica e restauro del libro” di Urbino).

A favore delle locali suore Benedettine del Monastero di San Sisto ha anche finanziato il restauro del quadro del 1630 di Pietro Paolo Jacometti “Madonna con Bambino tra i Santi Caterina d’Alessandria, Benedetto e Scolastica” oltre ad altri 4 quadri, restauri eseguiti da Letizia Bruscoli di Pesaro. Ha contribuito notevolmente al restauro del quadro, sempre delle locali Benedettine, del sec. XVII, di autore ignoto “Madonna con Bambino tra i Santi Giovanni Battista e Sisto Papa”. Il restauro è stato effettuato dalle restauratrici Eleonora Maria Milani di Muccia e Paola Carestia di Potenza Picena ed è costato euro 5.200,00.

Un grazie particolare la nostra comunità deve necessariamente rivolgere al Dott. Roberto Domenichini per questo suo ennesimo bellissimo gesto di sensibilità, che dimostra un grande interesse al recupero ed alla valorizzazione dello straordinario patrimonio artistico e storico della nostra città.

Articoli correlati:

Read Full Post »

A cura di Simona Ciasca e Paolo Onofri.

Padre Lorenzo Turchi (dx) e Padre Gabriele Lazzarini (sx)

Dopo la partenza da Potenza Picena il giorno 21 ottobre 2020 di padre Michele Ardò come parroco della Parrocchia dei Santi Stefano e Giacomo, per andare in Sardegna, il giorno domenica 8 novembre 2020 siamo venuti a conoscenza che il nuovo parroco sarà padre Lorenzo Turchi, mentre il suo vice-parroco Gabriele Lazzarini. I due frati minori si trovavano a Potenza Picena già dal giorno 15/10/2017, venuti insieme a padre Michele Ardò.

Padre Lorenzo Turchi è originario di Potenza Picena ed è nato il giorno 11/01/1978 a Recanati da Nello e da Gina Bambozzi ed ha un altro fratello, Michele. Padre Gabriele Lazzarini è nato a Monteprandone, la città di San Giacomo della Marca, il giorno 4/1/1953 da Agostino e da Adriana Massi.

La parrocchia dei Santi Stefano e Giacomo di Potenza Picena ritorna ad avere un parroco che ha le proprie origini nella nostra città dopo quasi 100 anni. L’ultimo parroco preposto originario di Potenza Picena è stato don Gabriele Giorgini, nominato preposto nel 1923 e rimasto alla guida della Parrocchia fino al 1927, cioè per 4 anni. Dopo di lui abbiamo avuto diversi parroci non di Potenza Picena.

Auguriamo a padre Lorenzo Turchi e a padre Gabriele Lazzarini un buon lavoro pastorale nella nostra parrocchia, certi che continueranno a portare avanti anche la Festa di Santo Stefano, patrono principale della nostra città e titolare della parrocchia, che si festeggia il giorno 3 agosto di ogni anno.

p. Michele Ardò

Questa importantissima ricorrenza è iniziata 3 anni fa, nel 2018, grazie all’iniziativa di padre Michele Ardò, che aveva accolto positivamente una nostra proposta di ripristinarla dopo 150 anni.

Il solenne ingresso delle nuove guide spirituali nella parrocchia avrà luogo sabato 28 novembre 2020, alle ore 18,30, presso la Chiesa Collegiata di Santo Stefano alla presenza del Vescovo di Fermo Mons. Rocco Pennacchio e del Ministro Provinciale dei Frati Minori delle Marche, padre Simone Giampieri.

Articoli correlati:

Nuovi Parroci

Read Full Post »

A cura di Simona Ciasca e Paolo Onofri.

Padre Michele alla Festa di Santo Stefano patrono di Potenza Picena e della Parrocchia 2018. Foto di Elisa Cartuccia

Tre anni fa, il giorno 15 ottobre 2017 salutavamo l’arrivo a Potenza Picena del nuovo parroco della Parrocchia dei Santi Stefano e Giacomo, padre Michele Ardò, pugliese, di Manfredonia, giunto da Terni, in Umbria e appartenente all’ordine dei Frati Minori.

Prendeva il posto di don Andrea Bezzini, trasferito alla Parrocchia di San Lorenzo Martire a Montecosaro.

Insieme a Padre Michele sono giunti anche altri due frati minori, padre Lorenzo Turchi di Potenza Picena, come vice-parroco e padre Gabriele Lazzarini di Monteprandone, la città di San Giacomo della Marca.

Il giorno mercoledì 30 settembre 2020 siamo venuti a conoscenza direttamente da padre Michele Ardò che la comunità francescana umbra, da cui egli dipende, aveva deciso il suo trasferimento in Sardegna.

Per tutti è stata una notizia inaspettata, sconcertante, inspiegabile.

La comunità parrocchiale di Potenza Picena ha accolto la scelta di trasferire padre Michele con stupore, non giustificandola. Non si può lasciare una Parrocchia dopo soli tre anni quando si è intrapreso positivamente un percorso pastorale e comunitario che stava dando positivi risultati.

Padre Lorenzo Turchi e Padre Michele Ardò. Terza Festa Patronale di S. Stefano a Potenza Picena. Foto di Elisa Cartuccia

La nostra città in questi tre anni di guida da parte di padre Michele ha vissuto un’intensa vita pastorale comunitaria, piena di tante iniziative, non solo religiose, ma anche culturali.

Appena arrivato a Potenza Picena ha saputo riproporre, dopo 150 anni, la Festa di Santo Stefano il giorno 3 agosto, ”Invenzione di Santo Stefano” cioè la festa che ricorda il ritrovamento del suo corpo. Santo Stefano è il titolare della Parrocchia, insieme a San Giacomo Maggiore e Patrono principale della città di Potenza Picena.

Meravigliosa la prima festa di Santo Stefano del 2018, seguita con successo da quella del 2019 ed arrivata, quest’anno, alla terza edizione, conclusa da poco e svolta nonostante le restrizioni del Covid-19.

Inoltre ci piace ricordare anche le due ultime iniziative del 2020 messe in campo dalla Parrocchia, queste di carattere storico-religioso-artistico e fotografico:

La prima, la mostra degli ex voto del Santuario della Madonna delle Grazie di Potenza Picena, esposti nel contesto della Fototeca Comunale “Bruno Grandinetti”, nella ex chiesa di Santa Caterina d’Alessandria , dal 1 agosto 2020 fino al 16 agosto 2020.

Il vescovo Mons. Rocco Pennacchio insieme a Padre Michele Ardò. Terza Festa Patronale di S. Stefano a Potenza Picena. Foto di Elisa Cartuccia

La seconda, la mostra fotografica sui 100 anni di Karol Wojtyla “Cento anni con Karol”, che si sta svolgendo in questi giorni, inaugurata il giorno sabato 3 ottobre  2020 e che proseguirà fino al giorno 1 novembre 2020, sempre all’interno dei locali della Fototeca Comunale.

Queste due iniziative sono state condivise con il locale Fotoclub.

Padre Michele Ardò lascerà Potenza Picena il giorno mercoledì 21 ottobre 2020 per andare in Sardegna, obbedendo ad una decisione della comunità francescana.

Noi lo salutiamo affettuosamente.

Ci mancherai Padre Michele.

Articoli correlati:

Read Full Post »

Manifesto.pub

Read Full Post »

manifesto festa del patrono

a cura di Simona Ciasca e Paolo Onofri
La Parrocchia dei Santi Stefano e Giacomo di Potenza Picena è retta dal giorno 15 Ottobre 2017 da padre Michele Ardò e dal suo vice, padre Lorenzo Turchi, frati minori.
Padre Michele, avendo notato che la nostra Parrocchia non festeggiava solennemente, a parte il giorno 26 Dicembre, Santo Stefano Protomartire, patrono della nostra città e titolare della stessa Parrocchia, ci ha chiesto informazioni storiche ed è emerso che anticamente la nostra comunità religiosa festeggiava Santo Stefano sia il 26 dicembre, che il 3 agosto, giorno dell’Invenzione di Santo Stefano, cioè del ritrovamento del suo corpo, avvenuto a Caphar Gamala a Nord di Gerusalemme nel 415 ad opera del sacerdote Luciano.
Nel 1869 il consiglio comunale di Potenza Picena aveva portato all’ordine del giorno la possibilità di istituire anche una fiera per questa Festa, ma visto che non fu raggiunta l’unanimità di consensi tra gli amministratori, la proposta non si concretizzò. Alcuni di loro erano favorevoli ad istituire invece la fiera il giorno 22 Luglio, festa di Santa Maria Maddalena, anche Lei protettrice della nostra comunità. Nel 1937, in occasione del XIX° Centenario della morte di Santo Stefano, avvenuta verso l’anno 36, la nostra comunità ha festeggiato questo avvenimento nei giorni 14 e 15 agosto.

p. Michele Ardò

p. Michele Ardò

Anche Mons. Giovanni Cotognini nella sua storia dell’Insigne Collegiata di Santo Stefano di Monte Santo, dattiloscritto del 1951 da noi poi pubblicato sul blog, grazie all’impegno per la trascrizione del testo del prof. Gianfranco Morgoni, parla molto dettagliatamente della festa di Santo Stefano che la Parrocchia celebrava solennemente il giorno 3 Agosto, esponendo anche la reliquia del Santo. Sarebbe straordinario se la Parrocchia pubblicasse finalmente questo testo molto interessante di Mons. Giovanni Cotognini.
Oggi grazie alla sapienza, lungimiranza e capacità di ascolto di padre Michele Ardò e del suo vice, padre Lorenzo Turchi, oltre alla disponibilità di tutta la comunità parrocchiale, Potenza Picena ritorna a celebrare il Santo patrono della nostra città e titolare della Parrocchia, dopo 150 anni. Non si dimentichi inoltre che l’antico nome di Monte Santo era Monte Santo Stefano.
Quest’anno i festeggiamenti religiosi e civili si terranno dal giorno 2 Agosto fino al 5 agosto, Festa della Madonna della Neve; purtroppo ancora non si è riusciti ad organizzare la fiera dedicata al santo patrono, come avviene in tutte le feste patronali, ma siamo sicuri che anche questo evento si potrà proporre dalla prossima edizione nel 2019.
Verrà comunque prevista una solenne processione il giorno 3 Agosto 2018 con la nuova statua di Santo Stefano, realizzata a Foggia.

Padre Lorenzo Turchi. Foto tratta dal calendario parrocchiale 2010.

Padre Lorenzo Turchi. Foto tratta dal calendario parrocchiale 2010.

La festa sarà anche l’occasione per collocare ed inaugurare la targa storica dove in Piazza Giacomo Matteotti fino al 1796 era collocata la Pieve di Santo Stefano, elevata ad Insigne Collegiata nel 1754 dal Pontefice Benedetto XIV, che riporta la seguente dicitura “In questa Piazza era ubicata l’antica pieve di Santo Stefano, elevata a “Collegiata Insigne” nel 1754, demolita nel 1796″.
La festa di Santo Stefano dovrebbe essere anche l’occasione per il conferimento da parte del nostro comune delle civiche benemerenze a cittadini ed associazioni locali, come avviene a Recanati il giorno di San Vito patrono della città leopardiana.

Articoli correlati:

Read Full Post »

19°_DSC2826

Insediamento nuovo parroco di Potenza Picena, padre Michele Ardò. Foto di Sergio Ceccotti.

Il giorno Domenica 15 Ottobre 2017, alle ore 17,30, presso la Collegiata di Santo Stefano, per l’ occasione gremitissima, finalmente si è insediato il nuovo parroco della Parrocchia dei Santi Stefano e Giacomo di Potenza Picena, padre Michele Ardò, in sostituzione di don Andrea Bezzini che è andato nella Parrocchia di San Lorenzo Martire di Montecosaro.
La nomina di padre Michele Ardò, frate Minore proveniente dalla Provincia di Terni ed originario di Manfredonia, è seguita alla rinuncia di padre Paolo Guerrini.
Il suo Vicario parroco è padre Lorenzo Turchi, anche lui frate Minore, nostro concittadino, nato a Recanati il giorno 11 Gennaio dei 1978.
La cerimonia di insediamento del nuovo parroco e del suo vicario è stata molto sentita dalla comunità parrocchiale e la straordinaria partecipazione dei nostri concittadini ne è stata la prova. Folta la delegazione dei parroci locali e dei Frati Minori. Presenti i parroci di Sant’Anna, don Francesco Miti e quello di San Girio, don Aldo Marinozzi. Presente inoltre il Segretario Generale della Curia Arcivescovile di Fermo, don Giordano Trapasso e il Provinciale dei Frati Minori padre Ferdinando Campana. Folta anche la delegazione del nostro Comune, con in testa il Sindaco Francesco Acquaroli, l’assessore Luca Strovegli ed il Presidente del Consiglio Comunale Mirco Braconi.

15°_DSC2814

Padre Lorenzo Turchi. Insediamento nuovo parroco di Potenza Picena, padre Michele Ardò. Foto di Sergio Ceccotti.

Padre Michele Ardò è il primo frate francescano che assume l’incarico di parroco della nostra Parrocchia dei Santi Stefano e Giacomo, ma la nostra comunità è da sempre molto legata ai seguaci di San Francesco ed ha accolto con grande affetto il suo nuovo parroco ed il vicario, che rimarranno alla guida della Parrocchia per 9 anni.
Comunque la partenza definitiva dalla nostra città, dopo 16 anni, da parte di don Andrea Bezzini ha lasciato molti rimpianti.

Video: Manfredonia Attimi di Infinito

Articoli correlati:

 

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: